Insegnamento METODOLOGIE AVANZATE PER LE SCIENZE AMBIENTALI

Nome del corso Scienze chimiche
Codice insegnamento A002340
Curriculum Comune a tutti i curricula
Docente responsabile Aldo Romani
Docenti
  • Aldo Romani - Didattica Ufficiale
  • David Michele Cappelletti - Didattica Ufficiale (Codocenza)
Ore
  • 14 ore - Didattica Ufficiale - Aldo Romani
  • 33 ore - Didattica Ufficiale (Codocenza) - David Michele Cappelletti
CFU 6
Regolamento Coorte 2020
Erogato Erogato nel 2021/22
Attività Affine/integrativa
Ambito Attività formative affini o integrative
Settore CHIM/12
Tipo insegnamento Opzionale (Optional)
Tipo attività Attività formativa monodisciplinare
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Il Corso prevede l’acquisizione delle principali conoscenze analitiche necessarie per la programmazione e realizzazione di una campagna diagnostica nei settori ambientale e dei beni culturali.
Testi di riferimento “Chimica analitica strumentale” di Skoog, Holler, Crouch, Edizioni EDISES
Appunti di lezione
Obiettivi formativi Gli studenti che frequentano il corso conoscono:
i principi di base e le modalità di utilizzo delle tecniche analitiche, invasive e non invasive, maggiormente utilizzate nella chimica ambientale e dei beni culturali, i principali metodi di campionamento e le modalità di trattamento del campione prelevato.
Sulla base di tali conoscenze acquisite sapranno:
programmare correttamente una campagna diagnostica in campo ambientale e/o su un oggetto d’arte, prevedere le possibili fonti di errore sulla determinazione dell’analita ed interpretare i dati ottenibili da diverse tecniche analitiche.
Prerequisiti Per la piena comprensione degli argomenti trattati risultano molto utili le
conoscenze di spettroscopia atomica e molecolare acquisiti nei Corsi di Chimica Fisica
Metodi didattici Il Corso è organizzato con lezioni frontali sugli argomenti del programma e un credito di attività di laboratorio incentrato su alcune delle tecniche analitiche trattate nelle lezioni frontali.
Altre informazioni nn
Modalità di verifica dell'apprendimento L'esame prevede una prova orale della durata sufficiente ad accertare il
livello di conoscenza e la capacità di comprensione raggiunta dallo
studente sui contenuti indicati nel programma e la presentazione di una relazione delle attività svolte in laboratorio

Per informazioni sui servizi di supporto agli studenti con disabilità e/o DSA visita la pagina http://www.unipg.it/disabilita-e-dsa
Programma esteso Tecniche di campionamento, trasporto, conservazione e trattamento del campione per successive analisi.
Tecniche analitiche invasive: spettroscopia atomica di emissione con sorgente al plasma accoppiato induttivamente (ICP-AES),
spettrometria di massa con sorgente al plasma accoppiato induttivamente (ICP-MS).
Tecniche analitiche non invasive: Fluorescenza a raggi X, Spettroscopia a trasformata di Fourier nel medio e vicino infrarosso, Spettroscopia Raman e Spettroscopie in Assorbimento ed Emissione nell’ultravioletto e visibile.
Dopo un breve ripasso dei principi fisici caratterizzanti le tecniche spettroscopiche, verranno affrontate le modalità analitiche di utilizzo più recenti, compresi i metodi di Imaging multi- e Iper-spettrali e di mapping, e le applicazioni di tali metodi alle problematiche della chimica dell’ambiente e dei beni culturali.
Esperienza di laboratorio: lo studente eseguirà una caratterizzazione non invasiva di un materiale e successivamente, dopo opportuno campionamento, completerà l’analisi con una tecnica invasiva.